stress e salute dentale

I denti e lo stress

È noto come lo stress, oltre a provocare stanchezza e incidere negativamente sul tono dell’umore, abbia ripercussioni anche sul benessere corporeo. Anche denti e gengive non sono immuni ai suoi effetti. Uno dei disturbi più frequenti che li coinvolge è il bruxismo.

Si tratta del digrignamento dei denti – che avviene anche di giorno, ma in particolar modo durante il riposo notturno – provocato dall’involontaria contrazione dei muscoli deputati alla masticazione. L’ansia, il nervosismo, l’eccitazione e le preoccupazioni accumulate durante la giornata impediscono al soggetto di rilassarsi completamente generando uno stato di tensione che lo spinge a serrare le arcate dentarie (bruxismo silenzioso), a farle sfregare tra loro (bruxismo rumoroso) o a fare entrambe le cose (bruxismo misto).

Denti deboli se sei stressato: Bruxismo come riconoscerlo

Il più delle volte non ci si rende conto di soffrirne: capita sovente che la persona che condivide il letto con noi noti il tipico rumore da sfregamento tra le arcate dentarie e ci allerti, spingendoci ad indagare più a fondo. Una visita dal dentista è sufficiente a porre la diagnosi: un professionista qualificato è in grado di comprendere la natura del disturbo analizzandone i sintomi tipici e gli effetti immediatamente visibili su denti e gengive.

Ma quali sono, appunto, i sintomi? In primo luogo, una sensazione di indolenzimento e dolore a livello delle mascelle che si irradia spesso alle tempie e/o al collo, per effetto della contrazione muscolare continua. Questa sensazione è particolarmente fastidiosa al risveglio e può accompagnarsi a mal di testa e, nei casi più seri, a dolore alle orecchie e vertigini.

Ancora, si può riscontrare difficoltà ad aprire completamente la bocca e a masticare; i denti possono inoltre risultare particolarmente sensibili al caldo e al freddo a causa dell’usura provocata dallo sfregamento/digrignamento.

Anche le gengive subiscono il contraccolpo di questa involontaria abitudine, tendendo a sanguinare e a infiammarsi con estrema facilità. Nei casi più gravi si assiste anche ad una progressiva recessione: le gengive si “ritirano” lasciando scoperto il colletto dentale. I denti, con il passare del tempo, diventano mobili e rischiano di cadere.

Che fare, dunque? Fortunatamente il bruxismo è un fenomeno arginabile. Una chiacchierata con il tuo dentista, accompagnata da una visita accurata, consentirà di scegliere quale rimedio adottare per limitare i danni. Le sue competenze gli permetteranno di valutare quale sia il grado di gravità del problema e di prendere provvedimenti tempestivi.

Il trattamento d’elezione in questi casi è l’utilizzo di un bite durante le ore notturne. Si tratta di una “mascherina” da applicare direttamente su una o entrambe le arcate dentarie che impedisce la frizione tra i denti e, quindi, ne limita l’usura. Favorisce inoltre il progressivo rilassamento dei muscoli con conseguente sollievo e riduzione della tensione dolorosa.

I bite possono essere costituiti da materiali duri o morbidi. I primi sono generalmente in resina e vengono creati su misura seguendo la dentizione di chi li adopererà; i secondi, di materiali duttili ed elastici, sono invece universali e auto modellanti, per cui si adattano a chiunque. Sarà il dentista a consigliarti la tipologia più adatta al tuo caso e a indirizzarti per il meglio.

Denti e stress: non solo bruxismo

A supporto di questo prezioso alleato, sono utilissime tutte le pratiche volte al rilassamento quali lo yoga, la meditazione, il pilates. Più semplicemente, in mancanza di tempo, dedica semplicemente del tempo ad attività piacevoli che ti permettano di distenderti e rallentare il ritmo della vita quotidiana.

Al giorno d’oggi, sono pochissime le persone immuni allo stress. Se non sei tra queste e ti accorgi di digrignare i denti, evita di temporeggiare: la soluzione è a portata di mano! Rivolgiti con fiducia al tuo dentista, prenditi del tempo per parlargli dei tuoi disturbi e per studiare insieme le soluzioni più adatte a risolverli.

Leave a Comment

START TYPING AND PRESS ENTER TO SEARCH