come pulire la lingua

Pulizia delle lingua come fare veramente?

La pulizia della lingua è molto importante poiché la sua superficie può ospitare una patina di residui e tossine che vanno eliminati allo scopo di non permetter loro di entrare in circolo nell’organismo. Una pulizia accurata e costante della lingua è in grado di evitare numerosi problemi quali l’alito cattivo, causato da cellule morte e batteri, problemi alle gengive, carie dentali, cattiva digestione e sinusite. La pulizia della lingua è una pratica suggerita anche da chi osserva discipline come l’ayurveda e lo yoga, che suggeriscono di cominciare sempre la giornata con una pulizia profonda della lingua, onde eliminare la patina biancastra presente su di essa e nella quale si concentrano tossine e sostanze capaci di indebolire l’organismo e stressare il nostro sistema immunitario.

Una pulizia costante della superficie della lingua permetterà anche di assaporare meglio i cibi, considerato che le papille gustative sono situate proprio sui bordi del principale organo del cavo orale. Non bisogna dimenticare, inoltre, che i batteri che tendono ad annidarsi nella bocca sono i principali responsabili dell’accumulo di placca, delle carie e della maggior parte dei problemi che colpiscono le gengive. Secondo alcune discipline di origine asiatica come l’ayurveda, patologie come la sinusite possono dipendere proprio da un’igiene insufficiente della lingua e del cavo orale.

Ecco perché tutte le mattine appena sveglio dovresti eseguire la pulizia della lingua ricorrendo agli strumenti raccomandati e lavare i denti nel modo giusto. Qualche esempio? Il netta-lingua. Non ne hai mai sentito parlare? Ti spiego di cosa si tratta.

Gli strumenti giusti per pulire la lingua

Il netta-lingua è uno strumento di piccole dimensioni realizzato in rame o in acciaio inossidabile. Il netta-lingua è di gran lunga lo strumento migliore per eliminare le tossine che si accumulano nella patina biancastra che avvolge la lingua e che risulta particolarmente evidente soprattutto al mattino appena svegli. Questa abitudine non apporta benefici soltanto alla lingua e al cavo orale, ma all’intero organismo, che non sarà più obbligato a richiamare il sistema immunitario onde contrastare tossine e batteri. Il netta-lingua è una sorta di raschietto che va passato delicatamente sulla lingua procedendo dall’interno verso l’esterno, in modo da raccogliere ed eliminare la pericolosa patina biancastra che tende a formarsi sulla sua superficie. È possibile effettuare più di un passaggio ed ogni volta sarà opportuno risciacquare abbondantemente lo strumento onde eliminare eventuali residui.

Tecniche e movimenti raccomandati

Per effettuare una pulizia soddisfacente della lingua è bene osservare talune tecniche raccomandate dagli specialisti dell’igiene orale. Per una pulizia profonda della lingua devi mantenere il netta-lingua con le due mani su entrambe le sue estremità e passare la parte più arcuata sulla superficie della lingua, partendo dal fondo. Una volta utilizzato, il netta-lingua deve essere risciacquato e riposto in un luogo pulito. Di tanto in tanto va immerso in acqua molto fredda per far si che si scarichi e si neutralizzi, migliorandone l’efficacia. Per evitare l’ossidazione del netta-lingua in rame è opportuno lavarlo utilizzando una soluzione di sale e aceto.

Prima di usare questo strumento dovrai fare molta attenzione che la lingua non riporti alcuna vescica o taglio superficiale: se così fosse rinuncia al suo impiego. Terminata la pulizia, è ancora una volta possibile affidarsi ai consigli delle discipline orientali che raccomandano di passare un po’ d’olio di sesamo sulla superficie della lingua, allo scopo di rimuovere gli ultimi batteri e ripristinare l’equilibrio delle mucose.

Leave a Comment

START TYPING AND PRESS ENTER TO SEARCH